Home Page Chi Siamo Raduni Camper Service News info tecnica Email

Istallazione della TV satellitare in camper




L'istallazione in camper di un impianto per la ricezione via satellite permette la ricezione dei programmi televisivi sia in luoghi serviti da scarso segnale via terra che all'estero da dove vi mette in grado di vedere comunque le emittenti italiane.

- INDICE -


Che cosa e' possibile ricevere

Cosa serve

Come esegire il montaggio

Le frequenze di ricezione

Puntamento dell'antenna

Angoli di azimut ed elevazione








Che cosa e' possibile ricevere



Via satellite e' possibile ricevere sia trasmissioni effettuate con sistema analogico che digitale.
Noi ci occuperemo principalmente del sistema analogico, poiche' sul mercato attualmente sono piu' facilmente reperibili ricevitori con tale standard che abbiamo l'alimentazione a 12 volts.
Comunque in analogico si ricevono svariati satelliti (Hot Bird, Astra, Eutelsat, intelsat ecc..) dei quali ci occuperemo di Hot Bird 1 e 2, poiche' questi ritrasmettono i canali RAI 1, 2 e 3 in chiaro.
Chi in seguito vorra' ampliare le sue possibilita' di ricezione potra' informarsi sulle numerose pubblicazioni che si occupano di TV via satellite.


INDICE






Cosa serve


Il ricevitore
La cosa piu' importante e' certamente il ricevitore che deve poter essere alimentato tramite la batteria dei servizi del camper a 12 volts.
Sarebbe possibile impiegare un normale ricevitore a corrente, utilizzando un'inverter che elevi la tenzione della batteria ai necessari 220 volts, ma il dispendio di energia dovuto alla trasformazione ne consiglia l'uso solo per brevi periodi se non si vuole scaricare l'accumulatore in breve tempo.
Questo restringe il campo della scelta ai ricevitori analogici.
E' essenziale comunque, per facilitare le prime operazioni di attivazione, che nel ricevitore siano gia preventivamente impostati i dati relativi alla ricezione dei canali italiani e memorizzati sui canali 1, 2 e 3 rispettivamente RAI 1 - 2 - 3.
Richiedetelo al rivenditore all'atto dell'aquisto ed eventualmente fateveli memorizzare.

L'antenna
La scelta e' condizionata dalle dimensioni, poiche' per l'analogico il diametro della parabola dovrebbe variare mediamente dai 50 centimetri nell'italia del nord agli 80 centimetri nell'italia del sud.
Ma poiche' in Francia, in Austria, in Germania e in genere nei paesi piu' a nord del nostro e' sufficiente una parabola piu' piccola, in genere si ripiega su un'antenna del diametro di 60 centimetri.
Cio' anche in funzione del fatto che sara' piu' maneggevole ed offrira' minor resistenza al vento.
Un'ulteriore scelta si deve effettuare per il tipo di l'antenna fra la offset o la piana.
La piana e' piu' maneggevole, poiche', da come si puo' capire dal nome e' perfettamente piana avendo l'illuminatore (LNB) affogato nel corpo, ma presenta l'inconveniente di avere un guadagno inferiore, a parita' di superfice, delle Offset ed un costo molto piu' elevato.
La offset invece, tramite una piccola modifica, di cui parleremo piu' avanti, e' la piu' indicata per le nostre esigenze.

LNB
L' illuminatore o LNB e' la parte attiva dell' antenna e va posto in cima al braccio dell'antenna parabolica e collegato con un apposito cavo al ricevitore.
La scelta cade quasi obbligatoriamente su un LNB universale poiche' rispetto ai monobanda oltre a ricevere i canali analogici, e' gia' predisposto per le trasmissioni digitali che rappresentano il futuro della televisione via satellite.
Per la scelta di tale elemento, oltre ad osservare che sia adatto per la frequenza del ricevitore, si deve tener conto del guadagno, poiche' amplifica i segnali ricevuti, tale valore e' indicato in dB deve aggirarsi intorno ai 55 dB.
Un'ulteriore valore di cui tener conto e' la figura di rumore intrinseca di ogni LNB che e' migliore quanto piu' e' ridotta. Sarebbe bene fosse inferiore ad 1 dB.

Il cavo di discesa
Da non sottovalutare l'importanza del cavo di discesa che collega l'antenna al televisore.
E' necessario sia di buona qualita' e a doppia schermatura.
Anche in questo caso l'attenuazione del cavo e' indicata in dB per ogni 100 metri riferiti ad una frequenza (in genere 1000 MHz) che sarebbe bene non superi i 20 dB.
Si consideri che ogni 6 dB di perdita del cavo, si dimezza la tensione che raggiunge il ricevitore!

INDICE






come eseguire il montaggio


Sistemazione del ricevitore
Il ricevitore andra' posizionato nei pressi del televisore al quale andra' collegato con apposito cavo per mezzo delle prese scart.
Andra' poi prevista l'alimentazione a 12 volts prelevandola direttamente dalla batteria o dai medesimi cavi che alimentano il televisore.
Si provvedera' in seguito a passare il cavo d'antenna che si sara' precedentemente provveduto ad intestare ad entrambi i capi con appositi bocchettoni del tipo "F".

Montaggio dei connettori sul cavo(A)
Per fare tale operazione, muniti di forbici o di un cutter, si asportera' circa un centimetro e mezzo della guaina esterna del cavo (B).
Si proseguira' ripiegando all'indietro la calza metallica avvolgendola intorno alla guaina (B).
Taglieremo poi circa mezzo centimetro della seconda guaina e dell'isolante che avvolge il conduttore centrale (C).
Ora non resta che infilare il connettore "F" avvitandolo sul cavo (D) su cui e' avvolta la calza che vi avevamo attorcigliato precedentemente fino a far uscire di qualche millimetro il coduttore interno sul davanti del connettore.

Passaggio del cavo d'antenna
Il cavo d'antenna, debitamente intestato e collegato al ricevitore, passando dentro cassapanche o pensili oppure esternamente da sotto il camper, deve raggiumgere e collegarsi all'antenna.

Montaggio dell'antenna
Se si monta un'antenna appositamente progettata per camper con apposito braccio di regolazione retrattile, l'operazione si riduce alla foratura del tetto tramite sega a tazza di adeguato diametro dopo di che, montate le specifiche guarnizioni non resta che bloccare il tutto serrando l'apposito anello situato sul palo.
Tale tipo di antenna va posizionata in modo che il palo rientrando si trovi all'interno dell'armadio, poiche' da li' oltre che orientare l'antenna e' anche possibile poterla abbassare e richiuderla distesa sul tetto prima di ogni viaggio.
E' da tenere presente pero' che specialmente in estate si cerca di parcheggiare il camper all'ombra di alberi e questi ultimi con i loro rami e fogliame non permettono una corretta ricezione del segnale, pertanto si puo' prevedere una normale antenna da montare su cavalletto (ottimi quelli fotografici) o attaccata con apposite staffe alla scaletta del portapacchi.
In questo caso', trattandosi di una antenna normale (non prevista per l'uso in mobile) e' necessario effettuare una piccola modifica.
Dovremo tagliare, con seghetto a ferro, il braccio che sorregge l'illuminatore, proprio vicino alla parabola, provvedendo poi a riattacarlo per mezzo di una cerniera che permettera' di richiudere il braccio quando la parabola non verra' utilizzata, permettendoci di riporla per il viaggio in una cassapanca o dietro il sedile di guida oppure distesa sul portapacchi.

IL palo per l'antenna
Una soluzione alternativa e' quella di procurarsi una zampa per tavoli costituita da un tubo metallico alla cui estremita' e' saldata una piastra quadrata per il fissaggio.
Sara' sufficiente fissarlo tramite una cerniera ad un'asta del portapacchi per avere un'ottimo palo reclinabile a cui poter fissare l'antenna parabolica che di norma e' fornita con l'aggancio che ne permette l'orientamento.

INDICE




Le frequenze di ricezione



emittente frequenza
Video
frequenza
audio
polarizzazione
RAI uno
ch.8
11.3636.60verticale
RAI due
ch.12
11.4467.02
&7.20
verticale
RAI tre
ch.16
11.5317.02
&7.20
verticale


INDICE






Puntamento dell'antenna


Il puntamento dell'antenna e' la cosa che puo' apparire piu' difficoltosa, ma con qualche piccolo accorgimento l'operazione risultera' abbastanza semplice.
Per prima cosa si leggeranno i gradi di azzimut ed elevazione della citta' dove ci si trova dall'apposita tabella di seguito riportata.
Si regolera' quindi il supporto graduato di fissaggio dell'antenna in modo che indichi in maniera approssimativa i gradi di elevazione necessari per la localita' dove ci troviamo.
In seguito si orientera' l'antenna, per mezzo di una bussola, secondo i gradi azimut prelevati precedentemente.
Non e' consigliabile servirsi di quelle piccole bussole da portachiavi che in genere non sono affatto affidabili, ma munirsi di una che sia graduata.
A questo punto acceso il televisore e sintonizzatolo sull'apposito canale AV che preleva il segnale dalla presa scart che con apposito cavo lo collega il ricevitore satellitare, il quale dovra' essere sintonizzato sul primo canale (RAI 1), accertato che vi sia un coretto collegamento via cavo con l'antenna, proveremo a ricevere le prime immagini.
Se non dovessimo vedere nulla si provera' a muovere l'antenna, prima a destra e a sinistra, poi su e giu', fino a riuscire a captare il segnale anche se molto sabbiato.
Se non vi si riuscisse, verificate con una livella che il palo, a cui e' fissata la parabola, sia perfettamente verticale, rivedere i dati di azimut ed elevazione poi controllare che siano stati impostati correttamente e ritentare.
Una volta che si sara'captato il segnale con piccoli movimenti si ottimizzera' definitivamente l'immagine bloccando poi l'antenna nella posizione ottimale.





1