Home Page Chi Siamo Raduni Camper Service News info tecnica Email

Suggerimenti Tecnici


Qui potrete trovare una raccolta di consigli e suggerimenti su come superare alcuni problemi che si pongono giornalmente in camper.




INDICE

Gli antifurto

Per il risparmio dell'acqua

Montaggio ed uso del ricetrasmettitore 'CB'

Montaggio dei pannelli solari

Monitoraggio della temperatura nel frigo

Il calcolo dei fusibili

La ventola di raffreddamento per il frigo

Scalda acqua ecologico

Per il riempimento del serbatoioi dell'acqua

Luce di cortesia per lo scalino

Lo specchietto aggiuntivo

Il vaso d'espansione







Per il risparmio dell' acqua

Per limitare il consumo dell'acqua in camper ed evitare di dover aggiungereun ulteriore serbatoio aumentando cosi' il peso del mezzo, si puo' evitare lospreco durante l'effettivo utilizzo adoperando dei pulsanti a pedale come quelli utilizzati sui primi modelli di caravan.
E' sufficiente posizionare il pedalea terra in prossimita' del lavandino della cucina e applicati due fili suimorsetti del pulsante passarli, pazientemente, in fondo ai mobiletti e pensili fino a raggiungere la centralina elettrica dove fisseremo detti fili a quelli che terminano all'interruttore che attiva la pompa.
Ora bastera' lasciare l'interruttore della pompa spento e quando vorremo utilizzare l'acqua apriremo il rubinetto e l'acqua defluira' soltanto quando azioneremo con un piede il pedalino.
La stessa cosa si potra' ripetere per il rubinetto del bagno.

INDICE




Montaggio dei pannelli solari

Per mantenere in carica la batteria di servizio anche quando si rimane fermi e' consigliabile montare un pannello solare.
Il montaggio meccanico e' abbastanza semplice se si aggancia il pannello con delle staffe rivettate al portapacchi in posizione orizzontale sul tetto. Il collegamento elettrico si deve effettuare con fili elettrici di diametro non inferiore a 3 o4 millimetri di diametro curando di mantenere la lunghezza delcollegamento la piu' breve possibile. Al pannello vanno collegati i due fili attaccandone uno (possibilmente di colore nero per rispettare gli standard) al morsetto negativo indicato normalmente con il segno meno ( - ) nella morsettiera di collegamento posta sottop il pannello.
Il secondo filo (possibilmente di colore rosso) va collegato alla medesima morsettiera curando di interporre, tra gli attacchi ed il filo,un 'diodo' del tipo 'P 600' o simile (da 100 volts e 6 Amper).Il diodo e' un componente polarizzato, cioe' permette il passaggio della corrente solo in una direzione, serve percio' a far passarel'elettricita dal pannello verso la batteria e non viceversa.Il diodo si presenta come un cilindretto con agli estremi due fili elettrici e sul corpo normalmente nero ad una estremita' e stampigliata una fascetta bianca, che va riuvolta, per il corretto funzionamento dalla parte della batteria.
Per controllare che si sia correttamente montato, con il pannello esposto ai raggi del sole, inserire una piccola lampada da 12 volts all'estremita' dei due fili che giungono dal pannello, e se non si dovesse accendere e' sufficiente invertire la posizione deldiodo.
Ora passare i fili dal tetto all'interno del camper, magari passando da un'oblo' o da un funghetto di areazione per collegarli alla batteriadi servizio. Si deve sempre interporre prima della batteria un interruttoreper escludere la carica che se troppo prolungata potrebbe danneggiare labatteria. Per evitare cio' e' necessario montare un regolatore di carica,che nei modelli piu' semplici si presenta come una scatoletta con dellespie luminose che indicano la carica ed il termine carica, ed hanno due filiche vanno collegati alla batteria ed altri due che vanno collegati al palpannello (in entrambi i casi i fili sono uno nero ed uno rosso ristettivamente per essere collegati al meno ed al piu' sia della batteria che del pannello).

INDICE




Monitoraggio della temperatura nel frifo

Quando in frigo si conservano cibi alterabili o medicinali, d'estate, e' utile conoscerne il grado di raffreddamento senza dover aprire lo sportello.
Infatti tale operazione comportaun ulteriore aumento della temperatura interna.
Qualora se ne riscontri la necessita' si potrÓ' tempestivamente provvedere ad aprire la griglia di areazione o ad azionare la ventola di raffreddamento.
A tale scopo e' sufficiente acquistare un termometro elettronico deltipo interno - esterno, che oltre ad avere un sensore della temperatura dentro il corpo del termometro stesso, ne ha un secondo posto al termine di un filo elettrico normalmente lungo circa due metri.
Posizionando il termometro nei pressi del frigo e passando il filo del secondo sensore in modo sa metterlo all'interno dello stesso, si potra', in qualsiasi momento, controllare la temperatura. Per poter mettere il sensore all'interno del frigorifero si puo' passareil filo in un piccolo foro praticato nel fianco del frigo e poisigillare accuratamente con del mastice oppure, piu' semplicementefarlo passare tra lo sportello ed il battente, magari praticando su quest'ultimo una leggera incisione necessaria ad incassare il filoricoprendo il tutto con del silicone che riportera' la superficie perfettamente liscia.

INDICE




Il calcolo dei fusibili

Quando si aggiunge una apparecchiatura elettrica che va allacciata all'alimentazione a 12 volts del camper e' bene interporre sempreun fusibile di protezione.
Se preleveremo la corrente direttamente dalla batteria dovremo interporre sul filo di alimentazione nei pressi della batteria unun fusibile volante.
Se sull'apparecchio che andremo ad allacciare non e' indicatol'assorbimento in Ampers ma i Watts, useremo la seguente semplice formula per il calcolo:
Watts : vots = Ampers
Cosi' ad esempio se dovremo collegare un apparecchio che dallecaratteristiche risulta assorbire 48 watts divideremo questi ultimi per 12 che e' il voltaggio della batteria del veicolo eotterremo 4 Ampers che arrotonderemo per eccesso di un 25%ottenendo il valore definitivo del fusibile da utilizzare che sara' di 5 Ampers.
Se ci allacceremo ad un fusibile preesistente dovremo sostituirequest'ultimo con un altro di valore adeguato.
Se ad esempio il fusibile originale e' da 5 Ampers e noi dovremo allacciarvi un utilizzatore che richiede 2 Ampers dovremo sommarei due valori arrotondando il risultato per eccesso, in questo caso ne useremo uno da 8 Ampers.
Questa sostituzione si rende necessaria per evitare che il fusibilesi bruci nel caso in cui si dovessero utilizzare contemporaneamente tutte le utenze, ad esso collegate, superando cosi' la soglia massima di corrente erogabile.
Comunque e' sempre consigliabile montare un fusibile aggiuntivo per evitare , aumentandone il valore, di rendere poco sensibili quelli di serie.

INDICE


La ventola per il raffreddamento del frigo

Quando in estate la temperatura esterna raggiunge valori elevati con ogni probabilita' il frigorifero trivalente del camper stenta a mantenere al suo interno una temperatura sufficientemente bassa.
In questi casi e' consigliabile montare una ventola di raffreddamento.
Ne possiamo utilizzarne una da computers usata, se la troviamo, o nuova purche' funzioni a 12 volts.
A tale scopo e' necessario smontare la griglia superiore esterna del frigo, solitamente fissata alla carrozzeria del mezzo con sei o piu' viti e con del silicone su tutto il perimetro per evitare infiltrazioni d'acqua.
Una volta tolte le viti con un taglierino staccheremo la griglia dal silicone e proprio su detta griglia fisseremo con quattro viti la ventola di raffreddamento, curando di posizionarla in modo che possa ruotare liberamente quando la metteremo in sede.
Per alimentarla sara' sufficiente prelevare corrente da una morsettiera del camper e portarla alla ventola frapponendo un interruttore di comando e controllando di collegare correttamente il polo positivo e quello negativo.
Se avremo collegato i fili invertiti l'aria non verra' espulsa all'esterno ma vi verra' invece risucchiata. In tale caso bisognera' invertire la posizione dei fili collegati alla ventola.
In fine per rendere il tutto automatico ci dovremo procurare un interruttore termico tipo quelli montati su gli scaldabagni (reperibile presso i rivenditori di ricambi per elettrodomestici). Ne andra bene uno normalmente aperto che chiuda il contatto a 40 o 50 gradi.
Sara' montato interponendolo tra l'interruttore e la ventola e posizionato all'interno del vano posteriore del frigo in un punto dove possa rilevare la temperatura raggiunta dallo scambiatore di calore (dietro la griglia di ventilazione ma non nelle immediate vicinanze della ventola).
Per completare il tutto si consiglia aggiungere una lampada spia che indichi quando la ventola e' inserita.
Per finire ricordarsi di rimettere del silicone fresco su tutto il perimetro della griglia prima di richiuderla per evitare dannose infiltrazioni d'acqua.





INDICE



Scalda acqua ecologico


Si puo' ottenere dell'acqua calda in maniera assolutamente ecologica montando un apposito serbatoio sul tetto del camper che riscldera' l'acqua per irradiazione solare.
Per rendere il montaggio semplice e funzionale si utilizzeranno dei tubi reperibili presso rivenditori di materiale per edilizia.
Tali tubi, del diametro di 10 centimetri, vengono normalmente utilizzati per gli scarichi e si trovano di diverso materiale e di differente consistenza.
Sono riconoscibili dal colore, infatti si trovano bianchi, arancioni o grigio scuro.
Questi ultimi sono quelli che meglio si adattano allo scopo, essendo piu' rigidi e di un colore che meglio assorbe i raggi solari.
Una volta presa la misura interna del porta-pacchi del camper acquisteremo quattro tubi di adeguata lunghezza, quattro curve a 90 gradi e lo speciale mastice per incollarli fra di loro.
Provvederemo al montaggio formando un quadrilatero che entri perfettamente all'interno del porta-pacchi del camper, al quale lo fisseremo rigidamente per mezzo di fascette metalliche.
In tal modo non aumenteremo l'ingombro in altezza del nostro mezzo e lasceremo al centro del porta-pacchi spazio per il carico degli oggetti da trasportare sul tetto
E' necessario provvedere a creare nella parte superiore del tubo un' apertura per il carico dell'acqua con relativo tappo ci chiusura. (si potra' utilizzare l'intero bocchettone filettato provvisto di tappo, recuperato da una vecchia tanica, da incollare sul foro praticato nel tubo grigio, nella posizione piu' comodamente raggiungibile).
Va inoltre praticato un foro provvisto di raccordo per tubi in gomma, nella parte inferiore del tubo grigio, per il prelievo dell'acqua calda.
Per l'utilizzo potremo provvedere al riempimento dal bocchettone superiore del nostro tubo grigio e una volta che l'acqua avra' raggiunto la temperatura necessaria, la preleveremo per caduta dall'uscita prevista tramite un tubo di gomma.
In alternativa si puo' portare un tubo fino all'attacco inferiore tramite il quale con la pompa del camper mandare l'acqua nel tubo grigio, e prelevarla dalla parte superiore gia' riscaldata.
In entrambe i casi potremo portare i tubi all'interno del camper o attraverso un funghetto di areazione posto sul tetto, oppure scendendo lungo la scaletta posta dietro il mezzo per salire sul tetto e rientrando nell'abitacolo attraverso il pianale inferiore.
Un'ultina avvertenza, e bene porre all'interno del tubo delle paratie frangiflutto, fatte con dei pezzi di plastica appositamente sagomate che permettano il passaggio dell'acqua solo nella parte alta e in quella bassa del tubo (incollate in sede con il medesimo mastice utilizzato per raccordare tubi e curve).
Questo per evitare che quando si effettua una curva con il mezzo, l'acqua spostandosi velocemente da una parte all'altra, possa causare sbilanciamenti del camper.





INDICE





Per il riempimento del serbatoio dell'acqua


Per caricare l'acqua nel serbatoio del camper normalmente si utilizzano tubi in gomma di varia lunghezza e diametro che invariabilmente risultano essere sempre o piu' lunghi o piu' corti del necessario.
Inoltre, dopo l'utilizzo, quando si riavvolgono dell'acqua ristagna sempre nel tubo poiche' risulta quasi impossibile vuotarli completamente.
Si presentano poi delle situazioni in cui non e' possibile raggiungere con il camper la fontana a distanza sufficiente a raggiungerla con il tubo
In questi casi e' utile la tanica trasportabile che viene di seguito descritta.
E' necessario procurarsi:

-un carrello richiudibile per il trasporto delle valige
-una tanica (per alimenti) da 20 litri
-una pompa ad immersione a 12 volts
-una spina da accendisigari
-un interruttore volante da lampade
-3 metri di filo elettrico bipolare
-3 metri di tubo in gomma del diametro di un centimetro
-1 metro di tubo in gomma del diametro di 3 centimetri

Procurato tutto il materiale l'assemblaggio e' semplice, cominceremo con l'infilare il tubo da un centimetro sull'uscita della pompa.
Preso il tappo della tanica, vi praticheremo due fori, il primo per il filo elettrico che fuoriesce dalla pompa ed il secondo per il tubo in gomma da 1 cm.
E' bene fare tali fori leggermente piu' piccoli del necessario di modo che sia il filo che il tubo vi entrino a forza e percio' non permettano l'uscita dell'acqua una volta avvitato il tappo sulla tanica.
Infilare la pompa nella tanica e avvitare il tappo, curando di lasciare, sia il filo elettrico che il tubo, della lunghezza necessaria a far toccare la pompa sul fondo della tanica.
Montare ora l'interruttore volante al filo elettrico facendo continuare l'altro fino bilolare al termine del quale si dovra' montare la spina da accendisigari.
A questo punto monteremo la tanica sul carrello portavalige fissandovela con le cinghie elastiche fornite a corredo del carrello.
Ora il nostro carrello e' pronto all'uso.
Bastera' portarselo dietro fino alla fontana, raggiunta la quale aperto il tappo della tanica provvederemo a riempirla per mezzo del tubo da un metro che dato il diametro generoso, risulta facilmente adattabile a quasi tutte le cannelle.
Per tornare al camper sfrutteremo le ruote del carrello che allevieranno la fatica del trasporto
Giunti al camper infilare il tubo proveniente dalla pompa nel raccordo del serbatoio dell'acuqa e la spina nella presa dell'accendisigari.
tramite l'interruttore volante dare corrente alla pompa che in pochi minuti e senza fatica travasera' tutta l'acqua della tanica nel serbatoio.
Durante questa operazione ricordarsi di allentare il tappo della tanica per permettere all'aria di entrare nella tanica mano a mano che l'acqua esce dalla stessa.
Saranno necessari piu' viaggi per riempire il serbatoio ma cio' e' ampiamente ricompensato dalla semplicita' dell'operazione.






INDICE



Luce di cortesia per lo scalino

Quando si e' costretti a parcheggiare in luoghi scarsamente illuminati, si puo' dimostrare particolarmente utile una luce di cortesia posta a fianco dello scalino che illumini il selciato proprio dove dovremo scendere.
Utilizzeremo un faretto bianco (1) venduto dai negozi di accessori auto come luce per la retromarcia.
Lo fisseremo, con le apposite staffe fornite, alla ferratura dello scalino.
Preleveremo la corrente per alimentarlo direttamente dall'interruttore della spia che indica lo scalino aperto.
Normalmente tale pulsante e' posto dietro lo scalino e viene attivato dallo scalino stesso qualdo lo si chiude.
Cosi' facendo la luce si accendera' tutte le volte che apriremo lo scalino per scendere.
Da notare che l'interruttore della spia dello scalino aperto e' aplicato sulla linea di massa, percio' dovremo portare un filo con il positivo direttamente al faretto.

INDICE




Lo specchietto aggiuntivo

Per coloro che non lo hanno gia' incorporato risulta molto utile l'aggiunta di uno specchietto panoramico a quello esterno originale.
E' utile aggiurgerlo allo specchietto destro per eliminare il punto morto delle auto in sorpasso (vi e' un punto in cui non si riesce a vedere un'auto che ci sta sorpassando ed e' l'istante in cui ci affianca per cui non la vediamo piu' nel retrovisore e neanche visivamente al nostro fianco).
Ugualmente utile aggiugerne uno allo specchietto di sinistra per facilitare l'immissione su una strada quando si deve dare la predecenza a sinistra e lo specchietto normale non inquadra a sufficienza la carreggiata.
In entrambi i casi si puo' ricorrere a dei piccoli specchi autoadesivi da applicare al retrovisore di serie ma normalmente sono troppo piccoli ed inoltre impediscono in parte la visibilita' dello specchietto originale
La soluzione ideale e' rappresentata da specchietti aggiuntivi panoramici pa applicare indifferentemente sotto o sopra il retrovisore a seconda delle necessita'.
Quello qui mostrato e' fra questi ed e' repreribile presso i rivenditori di accessori per camper o alle fiere specializzate.
E' facilmente applicabile essendo fornito di appositi attacchi universali.
INDICE




Il vaso d'espansione

Il vaso d'espanzione normalmente non viene montato di serie sulle autocaravan anche se indubbiamente utile.
Questo accessorio ha la forma di una bottiglia alta circa 25 cm e del diametro di 10.
Alla base si trovano due attacchi dove infilare, da una parte il tubo. proveniente dalla pompa e dall'altra quello che raggiunge i rubinetti.
Il principio di funzionamento e' il seguente:
L'acqua spinta dalla pompa entrando nel corpo del vaso comprime l'aria che trova al suo interno.
Nella maggioranza dei casi vi e' una membrana interna che separa l'acqua dall'aria che si trova nella parte alta del vaso e vi e' la possibilita' di regolarne la pressione.
Quando si apre un rubinetto, l'acqua che scorre viene spinta l'inizio dall'aria compressa all'interno del vaso d'espansione e solo in un secondo tempo dalla pompa che si mette in moto.
Cio' evita il funzionamento intermittente della pompa quando si fa scorrere un filo d'acqua permettendo un risparmio dell'acqua, dell' energia elettrica e prolunga la durata della vita della pompa.



1